Teatro Telaio
Teatro Ragazzi   >

Mappe

Spettacolo-animazione alla scoperta di sé, del proprio corpo, delle proprie emozioni. Progetto NEXT 2010

Tipologia
Produzioni
Regia
Angelo Facchetti
Con
Francesca Franzè
Musiche
Mauro Bevilacqua

Descrizione

Drammaturgia dI ANGELO FACCHETTI
Scenografia e costumi di LISA MASETTI

Età consigliata: dai 3 ai 6 anni


“Sono cose segrete, cose segrete e preziose … le ho raccolte durante tutta la mia vita, sapete? Cioè, la mia vita da quando sono nata, fino ad adesso, fino a qui …fino a voi! Ecco: sono la mia vita, fino a voi!”


E se una mattina, arrivati a scuola, scoprissimo che in un angolo della nostra stanza giace addormentata un’enorme lumaca? Come fare a svegliarla? Forse con una foglia, un po’ d’insalata. E se un bambino avrà il coraggio di svegliarla, ecco che lei, lenta e gentile, ci presenterà la sua famiglia chiassosa e scombinata, ci farà vivere le avventure di ogni giornata, fatta di emozioni leggere e suoni di campanelli. Ci accompagnerà alla scoperta del suo tesoro e ci aiuterà a trovare il nostro, di tesoro! Qual è il mio tesoro, qual è il vostro? Se io ti faccio vedere il mio tesoro, tu mi disegni un pezzo del tuo? Perché dentro ognuno di noi si nasconde un tesoro, dobbiamo solo imparare a costruirne la mappa per poi giocare a trovarlo insieme. Costruisco una mappa per capirmi, un’altra per trovarmi, una mappa per raccontarmi. Una mappa della mia famiglia, della mia giornata, una dei miei affetti ed una dei miei difetti … perché io sono tutto questo ed anche di più. Invento una nuova disciplina: la geografia dei sentimenti.

Uno spettacolo-animazione alla scoperta di sé, del proprio corpo, delle proprie emozioni. Dedicato a tutti i bambini portatori sani di tesori nascosti, a tutti i bambini che hanno il coraggio di affrontare un’enorme chiocciola armati di una sola foglia d’insalata tra le mani, a tutti i bambini che hanno ancora voglia di giocare con un fischietto rotto, una barchetta di carta, sassi rotondi e foglie dalle forme strane … Costruisco una mappa per capirmi, un’altra per trovarmi, una mappa per raccontarmi … Una mappa della mia famiglia, della mia giornata, una dei miei affetti ed una dei miei difetti, perché io sono tutto questo ed anche di più. Invento una nuova disciplina: la geografia dei sentimenti.

Teatro di narrazione con oggetti e coinvolgimento del pubblico.

Foto di scena di ANGELO FACCHETTI

ESIGENZE TECNICHE

Spettacolo adattabile a situazioni non prettamente teatrali (aule scolastiche, palestre), richiede uno spazio scenico di circa 3 m x 3 m ed è rivolto ad un pubblico di max 60 bambini, disposti a semicerchio attorno all’area scenica. E’ auspicabile l’oscuabilità dell'ambiente

LO SPETTACOLO E' TUTELATO DIRETTAMENTE DALL'AUTORE E CONCESSO IN ESCLUSIVA AL TEATRO TELAIO. PER ALTRE INFO RIVOLGERSI DIRETTAMENTE ALLA SEGRETERIA DEL TELAIO.